Traduttore Farmaceutico
dizionarietto dei termini farmaceutici e terapeutici facilmente consultabile e comprensibile
A
  • Abrasione: lesione superficiale della pelle
  • Acidità di stomaco: bruciore di stomaco
  • Acinesia: assenza o diminuzione dei movimenti dei muscoli dello scheletro o di alcuni organi (come l’intestino)
  • Acne: malattia della pelle; solitamente si presenta con brufoli, soprattutto sul viso e sulle spalle, prevalentemente durante l’adolescenza.
  • Accomodamento: capacità dell’occhio di mettere a fuoco le immagini.
  • Acufeni: sensazioni acustiche avvertite dall’orecchio come fischi, sibili, ronzii.
  • Adenite: termine generico che indica infiammazione di una linfoghiandola
  • Adiposo (tessuto): grasso, tessuto composto prevalentemente da grasso
  • Adrenalina: sostanza prodotta dall’organismo, particolarmente in situazioni di allarme, e che provoca, soprattutto, aumento dell’attenzione, aumento della glicemia, aumento della pressione arteriosa ed aumento del battito cardiaco
  • Adrenocorticosteroidi: sostanze prodotte da ghiandole particolari dell’organismo, surreni (vedi), e che regolano diverse funzioni
  • Aerofagia: l’inghiottire, volontariamente o involontariamente, aria che accumulandosi nello stomaco; può provocare frequenti eruttazioni
  • Affezione: malattia e/o disturbo
  • Affezioni gastrointestinali: malattie e/o disturbi che interessano stomaco ed intestino
  • Afta: lesione rotonda e piana presente in bocca; può essere segno di malattie particolari
  • Agente etiologico: causa di una malattia
  • Aggregazione piastrinica: aderenza l’una all’altra delle piastrine. È il primo meccanismo per bloccare una emorragia dopo ferita. Può essere patologico (vedi trombo).
  • Agranulocitosi: scomparsa totale dei granulociti (particolari globuli bianchi) nel sangue
  • Albumina: proteina (vedi) presente in grande quantità nel sangue; svolge, tra l’altro, funzione di trasportatore di farmaci.
  • Albuminuria: presenza di albumina (vedi) nelle urine, indice di malattia renale
  • Alcoolemia (indice di): quantità di alcool presente nel sangue
  • Algia: dolore
  • Allergene: sostanza capace di scatenare nell’organismo uno stato di allergia (es. dermatite, rinite, asma)
  • Allergia: risposta dell’organismo a sostanze dotate di potere allergizzante (allergeni).
  • Allergopatia: malattia allergica
  • Alopecia: caduta di capelli o peli
  • Alveoli: le più piccole cavità del polmone poste al termine delle ramificazioni bronchiali, dove avvengono gli scambi tra ossigeno (che viene catturato) e anidride carbonica (che viene eliminata).
  • Amenorrea: assenza di mestruazioni
  • Amfetamina: farmaco che agisce a livello del Sistema Nervoso Centrale, stimolandolo (diminuzione della fatica, senso di benessere fino all’euforia), spesso usata come droga d’abuso.
  • Amfetaminosimile: sostanza ad azione simile alle amfetamine.
  • Amminoacidi: costituenti delle proteine
  • Amnesia retrograda: perdita parziale o totale della memoria per eventi recenti.
  • Anabolizzante: termine generico per indicare sostanza che favorisce la crescita dei tessuti, in particolare sono noti gli anabolizzanti della massa muscolare.
  • Analgesico: farmaco capace di diminuire od eliminare il dolore
  • Anastomosi: congiunzione tra cavità di organi o tra vasi del sangue
  • Anemia: malattia del sangue dovuta a diminuzione dei globuli rossi e/o del loro contenuto in emoglobina
  • Anestetico: farmaco capace di abolire la sensibilità e permettere interventi e/o manovre chirurgiche
  • Angina pectoris: dolore al torace, sintomo di sofferenza cardiaca.
  • Angioedema: rigonfiamento diffuso del tessuto sottocutaneo, (nel dorso delle mani e dei piedi, nelle palpebre, nelle labbra, nei genitali e nelle mucose) dovuto ad ingestione di alimenti, allergie a farmaci, terapia desensibilizzante, punture o morsi d’insetti
  • Annessite: infiammazione di parte dell’apparato genitale femminile, cioè degli annessi dell’utero (ovaie e tube)
  • Anoressia: perdita del senso della fame, in particolare ostinato rifiuto del cibo
  • Anoressizzanti: farmaci che provocano diminuzione dell’appetito (del senso di fame)
  • Ansiolitico: farmaco che diminuisce l’ansia
  • Antagonista (competitivo/non competitivo): farmaco/sostanza che ha azione opposta ad un altro/a
  • Antalgica (contrattura): assunzione di una posizione anomala di una parte del corpo per aumento del tono muscolare al fine di diminuire la sensazione dolorosa provocata da un trauma, (es. torcicollo).
  • Antiacido: farmaco utilizzato per diminuire l’acidità di stomaco
  • Antiaggregante: farmaco utilizzato per ostacolare l’aggregazione piastrinica (vedi)
  • Antiallergico: farmaco utilizzato nella terapia dell’allergia
  • Antiaritmico: farmaco utilizzato per il trattamento dei disturbi del ritmo del cuore (es. tachicardia, fibrillazione)
  • Antibiotico: farmaco utilizzato per combattere le infezioni batteriche
  • Anticoagulante: farmaco che ostacola la coagulazione del sangue e quindi previene la formazione di coaguli e/o emboli (vedi)
  • Anticonvulsivante: farmaco che impedisce e/o arresta la comparsa di convulsioni
  • Antichinetosici: farmaci utilizzati per combattere le chinetosi (vedi).
  • Anticorpo: particolare proteina prodotta dall’organismo capace di: a) riconoscere sostanze estranee e microorganismi, facilitandone così la distruzione; b) legarsi agli allergeni (vedi) contribuendo alle reazioni allergiche.
  • Antidepressivo: farmaco utilizzato per il trattamento della depressione
  • Antidoto: medicamento capace di neutralizzare gli effetti di un’altra sostanza
  • Antielmintici: farmaci utilizzati per la cura delle elmintiasi (presenza di vermi nell’intestino)
  • Antiemetico: farmaco utilizzato per bloccare il vomito
  • Antiemorragici: farmaci utilizzati per prevenire e/o arrestare le emorragie
  • Antifebbrile (od antipiretico): farmaco utilizzato per ridurre la temperatura corporea quando è elevata (febbre)
  • Antiflogistico (od antiinfiammatorio): farmaco utilizzato per eliminare l’infiammazione
  • Antiipertensivo: farmaco capace di abbassare la pressione arteriosa nei soggetti ipertesi.
  • Antimeteorico: farmaco che previene e/o diminuisce il meteorismo intestinale (vedi).
  • Antimicotico: farmaco utilizzato per combattere le infezioni da miceti (vedi).
  • Antineoplastici: farmaci utilizzati per la cura dei tumori
  • Antinevralgico: farmaco utilizzato per la terapia delle nevralgie (vedi).
  • Antiodontalgico: farmaco utilizzato per alleviare e/o eliminare il mal di denti.
  • Antiparkinsoniani: farmaci utilizzati per la terapia del morbo di Parkinson
  • Antipiretico: vedi antifebbrile
  • Antiseborroico: farmaco utilizzato per terapia della seborrea (vedi).
  • Antisettico: disinfettante che, per la blanda azione e per la scarsa tossicità, è utilizzato su cute e mucose.
  • Antispastico: farmaco utilizzato per risolvere uno spasmo, ad esempio muscolare.
  • Antistaminici: farmaci capaci di bloccare gli effetti dell’istamina (vedi). Alcuni (anti-H1) vengono impiegati per la terapia delle reazioni allergiche, per il raffreddore, per indurre il sonno; altri (anti-H2) per la terapia dell’ulcera peptica.
  • Antitrombotico: farmaco che previene la formazione di trombi (vedi) nei vasi sanguigni.
  • Antivirale: farmaco che combatte le infezioni da virus (vedi)
  • Anuria: assenza della produzione di urina.
  • Arterie: vasi sanguigni che portano il sangue ossigenato dal cuore ai tessuti e il sangue non ossigenato dal cuore ai polmoni.
  • Arteriosclerosi, aterosclerosi: ispessimento/indurimento delle pareti delle arterie e restringimento del loro diametro, con conseguente diminuzione della loro elasticità e possibile comparsa di fenomeni ischemici (vedi ischemia)
  • Artralgia: dolore alle articolazioni.
  • Artrite: termine generico per indicare infiammazione delle articolazioni.
  • Artrite psoriasica: infiammazione delle articolazioni nel corso della psoriasi (vedi).
  • Artrite reumatoide: malattia cronica evolutiva e invalidante caratterizzata da infiammazione delle articolazioni e deformazione delle ossa.
  • Ascesso: raccolta di pus (vedi) in una cavità chiusa.
  • Ascite: presenza di liquido nel peritoneo (vedi)
  • Asma: malattia caratterizzata da ripetuti episodi di costrizione (spasmo) improvvisa delle vie respiratorie, sovente per bronchite cronica o allergia.
  • Assuefazione: assenza di effetti di un farmaco per ripetuta assunzione.
  • Astenia: senso di debolezza generale, stancabilità.
  • Atassia: mancata coordinazione dei muscoli scheletrici, per cui un movimento risulta incerto, disordinato.
  • Atonia intestinale: mancanza di tono e conseguente diminuzione dei movimenti dell’intestino; ne risulta una diminuita funzionalità intestinale.
  • Avitaminosi: carenza di vitamine.
  • Azotemia: quantità di azoto nel sangue; un suo aumento è indice di malattia renale.
B
  • Batteri: microrganismi visibili al microscopio; alcuni sono utili per l’uomo, altri dannosi (patogeni) in quanto capaci di provocare infezioni.
  • Battericida: farmaco che uccide i batteri (vedi)
  • Batteriostatico: farmaco che rallenta o arresta la crescita e la moltiplicazione dei batteri (vedi)
  • Benzodiazepine: farmaci utilizzati per curare l’ansia e/o l’insonnia.
  • Beri-beri: malattia da carenza di vitamina B.
  • Blefarite: infiammazione delle palpebre.
  • Bloccanti (alfa e beta): farmaci usati per diminuire e/o annullare gli effetti dell’adrenalina e di sostanze simili.
  • Bolo alimentare: cibo che, dopo masticazione, giunge allo stomaco.
  • Borborigmi: rumori tipici dell’intestino quando si accumula aria al suo interno.
  • Borse sierose: piccole formazioni ripiene di liquido che fanno da cuscinetto durante i movimenti, tra muscolo e osso, tra due o più muscoli o tra pelle e osso (in punti sporgenti dello scheletro).
  • Borsiti: infiammazione delle borse sierose (vedi), soprattutto di spalla, gomito, ginocchio.
  • Botulismo: intossicazione da ingestione di una sostanza prodotta da un batterio, (Clostridium Botulinii) negli alimenti malconservati o malpreparati (scatolame,…)
  • Bradicardia: rallentamento dei battiti del cuore.
  • Broncodilatatore: farmaco utilizzato per dilatare le vie respiratorie e migliorare così la respirazione
  • Broncospasmo: riduzione improvvisa del diametro dei bronchi, tipico degli attacchi d’asma.
  • Brucellosi (febbre di Malta): malattia infettiva batterica (Brucella melitensis) trasmessa attraverso latte, formaggi freschi, etc. non adeguatamente trattati; si presenta con una caratteristica febbre detta ondulante.
  • Bulimia: aumento esagerato dello stimolo della fame, talora non soddisfatto neppure con pasti abbondanti. Seguono senso di angoscia e depressione.
C
  • Calcemia: quantità di calcio nel sangue
  • Calcificazione: deposito di calcio nei tessuti (osseo e non ) dell’organismo.
  • Calciuria: presenza di calcio nelle urine legata a diverse malattie.
  • Calcolosi: formazione di calcoli (sassolini) in liquidi di alcuni organi (bile nel fegato, urina nel rene).
  • Caloria: termine usato per misurare il valore energetico degli alimenti
  • Cancrena: vedi gangrena
  • Candidosi vaginale: infezione della vagina da parte di un fungo microscopico, la Candida Albicans.
  • Cardiopatia ischemica: malattia del cuore dovuta ad un diminuito apporto di sangue al miocardio (vedi). Si manifesta con angina pectoris (vedi), infarto (vedi)
  • Cardiopatia: termine generico per indicare una malattia del cuore
  • Carenza vitaminica: insufficiente introduzione o cattivo assorbimento di vitamine
  • Cartilagine: tessuto elastico e biancastro con funzione di sostegno e protezione (es. cartilagine dell’orecchio)
  • Cataratta: malattia di una parte dell’occhio (cristallino); si manifesta con annebbiamento della vista
  • Catramose (feci): feci di colore e consistenza simili a quelle del catrame (feci nere), in genere dovute a perdita di sangue dal tratto gastrointestinale superiore.
  • Cefalea: mal di testa
  • Cellula: la più piccola unità di un organismo vivente. L’insieme di più cellule costituisce un tessuto.
  • Cervicobrachialgia: dolore che interessa il collo ed il braccio
  • Chemioterapia: trattamento farmacologico delle malattie infettive e/o dei tumori
  • Cheratina: proteina molto resistente, componente fondamentale di capelli, peli ed unghie
  • Cheratinociti: cellule presenti soprattutto a livello di peli ed unghie che producono cheratina (vedi).
  • Cheratite: malattia della cornea di natura sia infiammatoria che degenerativa (alterazione dei normali componenti la cornea)
  • Chinetosi: sindrome che insorge in soggetti che si trovano su mezzi di trasporto o sottoposti a movimenti irregolari del corpo. È caratterizzata da nausea, vomito, vertigini.
  • Cianosi: colorazione bluastra di cute e mucose
  • Cicatrizzazione: riparazione di una ferita con formazione di cicatrice
  • Cirrosi epatica: malattia degenerativa del fegato dovuta a distruzione delle sue cellule e sostituzione con tessuto fibroso.
  • Cistifellea: vedi colecisti
  • Cistite: infiammazione della vescica
  • Citostatico: farmaco che rallenta od arresta la crescita cellulare, in genere impiegato per la terapia dei tumori
  • Coadiuvante: in genere, sostanza usata per facilitare l’azione di un farmaco
  • Coagulazione: formazione del coagulo (vedi).
  • Coagulo ematico: massa sanguigna semisolida, rossastra, composta da globuli rossi, piastrine e proteine.
  • Colecisti (cistifellea): organo dove si raccoglie la bile prodotta dal fegato.
  • Colecistopatia: malattia della colecisti (vedi).
  • Colelitiasi: presenza di calcoli nelle vie biliari e/o nella colecisti (vedi)
  • Colite: infiammazione del colon (parte dell’intestino)
  • Collagene: sostanza proteica presente nel connettivo (vedi) (es. osso, cartilagine, cute), utilizzata anche in chirurgia estetica per la riduzione delle rughe.
  • Congestione: accumulo di sangue in un tessuto o organo
  • Congiuntiva: rivestimento mucoso della parte interna delle palpebre e della parte esterna del globo oculare.
  • Congiuntivite: infiammazione della congiuntiva (vedi)
  • Connettivo: tessuto con funzione di tenere uniti (connettere) i tessuti fra loro sostenendoli e favorendone la nutrizione
  • Contraccettivi: farmaci e/o dispositivi utilizzati per evitare il concepimento e quindi la gravidanza.
  • Controindicazioni: circostanze o condizioni del paziente per cui non è permessa l’assunzione di un particolare farmaco.
  • Convalescenza: periodo immediatamente successivo alla malattia e che precede la guarigione
  • Convulsioni: contrazioni muscolari violente ed involontarie.
  • Cornea: parte anteriore, trasparente, dell’occhio, posizionata davanti alla pupilla.
  • Corticosteroidi: sostanze prodotte da ghiandole particolari dell’organismo, surreni (vedi), che regolano diverse funzioni; oppure classe di farmaci utilizzati, principalmente, in alcune infiammazioni, nelle malattie autoimmuni (vedi), nelle allergie (vedi)
  • Cortisone: farmaco/ormone del gruppo dei corticosteroidi (vedi)
  • Costipazione: stitichezza (vedi stipsi)
  • Crampo: dolore muscolare per inadeguata ossigenazione del muscolo.
  • Crasi ematica: numerosità e classificazione dei vari tipi di cellule del sangue.
  • Crioterapia: terapia che utilizza le basse temperature (fino a –70° C) in genere per la cura di lesioni superficiali della cute e/o delle mucose
  • Cristallino: organo trasparente dell’occhio a forma di lente, posizionato dietro la pupilla.
D
  • Decongestionante nasale: termine generico per indicare un farmaco che riduce la congestione nasale dovuta a raffreddore, allergia (vedi) ed altro
  • Deficit: mancanza
  • Denutrizione: nutrizione non adeguata
  • Depressione: alterazione dell'umore, caratterizzata da tristezza, senso di solitudine, mancanza di speranza, sensi di colpa
  • Derma: strato profondo della pelle
  • Dermatofiti: miceti (vedi) (es. Tinea) che causano infezione del derma (vedi).
  • Dermatosi: termine generico che indica malattie del derma di tipo degenerativo e/o infettivo.
  • Desquamazione cutanea: perdita dello strato superficiale della pelle.
  • Diaforesi: sudorazione
  • Diaframma: muscolo che separa il torace dall’addome; è il principale muscolo della inspirazione. Dispositivo che, collocato sul collo dell’utero, ha funzioni contraccettive.
  • Dialisi: termine utilizzato in genere per indicare l’emodialisi (vedi).
  • Dilatazione pupillare (midriasi): aumento del diametro delle pupille.
  • Diplopia: visione doppia.
  • Discinesia: in generale, movimento anomalo e involontario dei muscoli o di alcuni organi (intestino, cistifellea, etc).
  • Discrasie ematiche: alterazioni della crasi ematica (vedi).
  • Disidratazione: perdita eccessiva dell’acqua normalmente presente nei tessuti.
  • Dismenorrea: mestruazione dolorosa.
  • Dispepsia: disturbo della digestione caratterizzato da dolore, pienezza, bruciore di stomaco, eruttazione, meteorismo (vedi), che si manifestano in diverse malattie dell'apparato gastroenterico.
  • Dispnea: difficoltà nella respirazione associata a diverse malattie respiratorie (ostruzione, embolia polmonare (vedi), etc…) e non respiratorie ( infarto miocardico (vedi), insufficienza cardiaca (vedi), etc…).
  • Dissenteria: malattia infettiva acuta interessante l’intestino; si manifesta con diarrea mucosa, muco-sanguinolenta, infiammazione e ulcerazioni (vedi ulcera) del colon.
  • Distimia: instabilità del tono affettivo con passaggio dalla tristezza alla gaiezza e viceversa
  • Diuresi: in generale, eliminazione di urina.
  • Diuretico: farmaco che aumenta la formazione di urina e conseguentemente la diuresi.
  • Drenaggio: manovra chirurgica effettuata per favorire la fuoriuscita di liquidi (pus o altro) raccolti in cavità naturali, (pleure, peritoneo, etc..), o patologiche (ascessi). Più estesamente, tubo che favorisce la fuoriuscita di tali secrezioni.
  • Duodenale (stenosi): restringimento del primo tratto dell’intestino, il duodeno.
E
  • Ecchimosi: piccola emorragia sottocutanea dovuta a rottura di piccoli vasi sanguigni, (capillari). Si presenta come una macchia rosso-bluastra (livido).
  • Eccipiente: sostanza che si aggiunge al principio attivo di un farmaco per facilitarne l’assorbimento o per ottenere/migliorare la forma farmaceutica.
  • Eccito-secretrice (azione): di sostanza che provoca la secrezione di uno o più prodotti di una ghiandola (vedi).
  • Edema : gonfiore per infiltrazione in alcuni tessuti della parte liquida del sangue (es. gonfiore delle gambe, dopo essere stati molto in piedi,…)
  • Edema polmonare: infiltrazione, nei polmoni, della parte liquida del sangue, spesso secondario a insufficienza cardiaca (vedi).
  • Effetti collaterali: effetti di un farmaco, di solito non desiderati.
  • Elettrocardiogramma: tracciato, di solito su carta, dell’attività elettrica del cuore.
  • Elettroencefalogramma: tracciato, di solito su carta, dell’attività elettrica del cervello.
  • Ematemesi: presenza di sangue nel materiale vomitato
  • Ematoma: raccolta di sangue nei tessuti, provocata da emorragia interna, con comparsa di un rigonfiamento circoscritto e rotondeggiante.
  • Ematopoiesi: produzione delle cellule del sangue che avviene in determinati organi (midollo osseo, milza, fegato).
  • Ematuria: presenza di sangue nelle urine
  • Embolia: ostruzione di un vaso sanguigno da parte di un corpo estraneo (solido, liquido, gassoso), o di un coagulo (vedi) di sangue.
  • Emesi: vomito.
  • Emetico: sostanza che induce vomito.
  • Emicrania: in generale mal di testa; in particolare dolore a carattere accessionale che interessa una delle metà (destra o sinistra) della testa.
  • Emoderivato: derivato dal sangue che può essere impiegato in terapia.
  • Emodialisi: depurazione del sangue, tramite una macchina apposita, di tutte le sostanze normalmente eliminate dai reni. Si effettua nei casi di insufficienza renale (vedi).
  • Emofilia: malattia ereditaria caratterizzata dalla mancanza di un componente indispensabile per la coagulazione; si manifesta con prolungate emorragie anche per piccoli traumi..
  • Emoglobina: proteina contenente ferro presente nei globuli rossi e capace di trasportare ossigeno dai polmoni a tutto l’organismo e anidride carbonica (prodotto di rifiuto) dai tessuti ai polmoni.
  • Emolitica (anemia): anemia dovuta alla distruzione dei globuli rossi.
  • Emorragia: fuoriuscita di sangue dai vasi verso l’esterno o all’interno di cavità dell’organismo (emorragia interna).
  • Emorroidi: dilatazione delle vene dell’ultima parte dell’intestino (retto, ano). La rottura provoca emorragia (vedi).
  • Emostatico: di un farmaco che arresta una emorragia (vedi).
  • Encefalopatia: termine generico per indicare malattia del cervello.
  • Endovenosa (somministrazione): somministrazione di farmaci direttamente in una vena.
  • Enfisema polmonare: dilatazione permanente degli alveoli (vedi) polmonari (per distruzione delle loro pareti) che può portare, a lungo termine, ad insufficienza respiratoria (vedi).
  • Enterite: termine generico per indicare infiammazione dell’intestino.
  • Enterocolite: termine generico per indicare infiammazione di una parte dell’intestino, il colon.
  • Enzima: particolare proteina (vedi) capace di favorire le reazioni chimiche che avvengono nell’organismo.
  • Eosinofilia: aumento nel sangue di un particolare tipo di globuli bianchi, gli eosinofili
  • Epatite: termine generico per indicare malattie del fegato di origine infiammatoria-infettiva (e. virale) o dovute ad alterazioni del metabolismo oppure a danno epatico da sostanze tossiche o da farmaci.
  • Epatocellulare: che riguarda le cellule del fegato
  • Epatopatia: termine generico per indicare malattia del fegato.
  • Epidermide: parte superficiale della pelle
  • Epigastralgia: dolore a livello dell’epigastrio (vedi)
  • Epigastrico: dell’epigastrio (vedi).
  • Epigastrio: zona centrale sopra l’ombelico, al di sotto delle costole, corrispondente all’incirca alla posizione dello stomaco.
  • Epilessia: malattia del sistema nervoso frequentemente caratterizzata da crisi convulsive improvvise tendenti a ripetersi nel tempo ed accompagnate da perdita di coscienza (attacco epilettico).
  • Epistassi: emorragia (vedi) nasale.
  • Epitelio: insieme di cellule con funzione di rivestimento, secrezione.
  • Eritema: arrossamento transitorio della pelle
  • Eritrodermia: malattia della pelle che si presenta arrossata e desquamata in tutte le zone del corpo ad esclusione del palmo della mano e della pianta dei piedi. Può essere dovuta a farmaci e/o intossicazioni alimentari; esiste anche una forma di cui non si conosce la causa.
  • Eruzione cutanea: comparsa di macchie e/o bolle sulla pelle.
  • Esantema: ogni eruzione cutanea di ampie proporzioni tipica di malattie esantematiche dell’infanzia, (es. morbillo, rosolia, varicella).
  • Esocervicite: infiammazione della mucosa della parte inferiore dell’utero
  • Esofagite da reflusso: malattia infiammatoria dell’esofago, dovuta al passaggio di acido gastrico dallo stomaco all’esofago (vedi).
  • Esofago: organo posto tra bocca e stomaco
  • Esoftalmo: sporgenza anomala verso l’esterno dei globi oculari; si verifica per malattie interessanti l’occhio o per iperproduzione di ormoni della tiroide.
  • Espettorante: farmaco che facilita l’eliminazione dai polmoni di secrezioni, dovute spesso a processi infiammatori-infettivi.
  • Estrogeno: ormone sessuale che agisce sullo sviluppo dei caratteri femminili e sul ciclo mestruale.
  • Estro-progestinici: associazione di estrogeni (vedi) e progestinici (vedi) a scopo contraccettivo
  • Euforia: sensazione soggettiva di completo benessere.
  • Evacuazione: eliminazione delle feci
  • Extrasistole: contrazione del cuore che insorge al di fuori del ritmo cardiaco normale; non è sempre segno di malattia
F
  • Fagocita: cellula capace di inglobare e successivamente distruggere microrganismi e/o altri elementi estranei
  • Fagocitosi: meccanismo attraverso il quale agisce il fagocita (vedi)
  • Faringite: infiammazione, acuta o cronica, della faringe (gola).
  • Farmaco da banco: farmaco per piccoli disturbi, che il farmacista può dispensare senza ricetta medica
  • Fattore ereditario: carattere che viene trasmesso dai genitori ai figli
  • Fertilità: capacità, della donna e/o dell’uomo, di avere figli
  • Fibrillazione: contrazioni del miocardio (vedi) rapide, non coordinate e scarsamente efficaci. Può interessare separatamente le cavità del cuore (atri o ventricoli); se interessa i ventricoli conduce a morte istantanea.
  • Fibrosi: infiltrazione di tessuto connettivo (vedi) a livello di organi o tessuti, dovuto ad un processo patologico o riparativo in atto
  • Flatulenza: presenza elevata di gas nel tratto gastrointestinale e conseguente emissione
  • Flebite: infiammazione delle vene, con possibilità di formazione di trombi.
  • Fleboclisi: somministrazione, attraverso una vena, goccia a goccia, di farmaci e/o sostanze nutritive
  • Flogistico (stato): stato infiammatorio caratterizzato da arrossamento, gonfiore, calore, dolore di una parte dell’organismo
  • Flogosi: termine generico per indicare infiammazione
  • Flora batterica intestinale: batteri presenti normalmente nell’intestino
  • Flora microbica intestinale: vedi flora batterica
  • Fobia: termine generico per indicare paura ossessiva per determinati oggetti o situazioni.
  • Folgorazione: effetti, spesso letali, che si verificano nell’organismo in seguito a scarica elettrica.
  • Follicolite cronica: infiammazione del bulbo pilifero (pelo)
  • Fosfatasi alcalina: proteina presente soprattutto nel fegato e nell’osso ed indice della loro funzionalità
  • Fotofobia: sensazione fastidiosa/dolorosa provocata dalla luce in presenza di: febbre elevata, affezioni oculari ed altro.
  • Fotosensibilizzazione: aumentata sensibilità della pelle ai raggi del sole; di solito si manifesta con eritema
  • Funzionalità epatica: insieme delle funzioni del fegato
G
  • Galattorrea: Secrezione spontanea di latte dalle ghiandole mammarie al di fuori del periodo dell’allattamento
  • Gangrena: disfacimento di tessuti per putrefazione, in seguito ad infezione o trauma.
  • Gastrite: termine generico per indicare infiammazione dello stomaco
  • Gastroenterici (disturbi): disturbi dello stomaco e dell’intestino.
  • Gastropatia: termine generico per indicare malattia dello stomaco.
  • Gengivite: infiammazione delle gengive.
  • Gengivorragia: perdita di sangue dalle gengive.
  • Germi: organismi microscopici (vedi batteri) capaci di provocare infezioni.
  • Gestazione: gravidanza.
  • Ghiandole: organi capaci di produrre e liberare diverse sostanze (sebo, g. della cute, acidi gastrici: g. dello stomaco,…) e ormoni (tiroide, pancreas, surreni).
  • Ginecomastia: aumento delle dimensioni delle mammelle negli individui di sesso maschile
  • Glaucoma: aumento della pressione interna del globo oculare, con progressiva degenerazione del nervo ottico e deterioramento della vista.
  • Glicemia: quantità di zucchero nel sangue.
  • Glicosidi cardiaci: farmaci, (digitale e simili) sia vegetali che di sintesi, utilizzati soprattutto per la cura dell’insufficienza cardiaca (vedi) e di alcuni disturbi del ritmo del cuore.
  • Glicosuria: presenza di glucosio nelle urine
  • Globuli bianchi (leucociti): cellule del sangue che svolgono la funzione di combattere le infezioni attraverso fagocitosi (vedi), produzione di anticorpi (vedi) ed altre sostanze .
  • Globuli rossi: cellule del sangue ricche di emoglobina deputate al trasporto dell’ossigeno e dell’anidride carbonica.
  • Glomerulo: unità funzionale microscopica del rene.
  • Glossite: termine generico per indicare infiammazione della lingua.
  • Glottide: parte intermedia della laringe, a forma di triangolo, delimitata dalle corde vocali.
  • Glucosio: zucchero semplice maggiormente utilizzato dall’organismo come fonte di energia.
  • Gotta: malattia caratterizzata da una produzione esagerata di acido urico (vedi) e suo accumulo in articolazioni e cartilagini
  • Granulociti: particolare tipo di globuli bianchi (basofili, eosinofili, neutrofili)
  • Guaina sinoviale: rivestimento sottile di un tendine contenente liquido
I
  • Ictus: quadro clinico dovuto a lesione di una parte più o meno estesa del cervello per chiusura improvvisa o per rottura di uno o più vasi sanguigni che irrorano la parte cerebrale interessata.
  • Idiosincrasia: particolare reattività (su base genetica) di alcuni individui nei confronti di determinate sostanze alimentari o medicamentose. Si manifesta alla prima assunzione.
  • Ileo paralitico: interruzione della peristalsi (vedi) per paralisi della muscolatura di un tratto dell’intestino, l’ileo. Si presenta, in genere, dopo una operazione chirurgica condotta sugli organi addominali, per azione di sostanze tossiche, per tumore.
  • Immunità: resistenza a infezioni o a tossine batteriche, dovuta ai globuli bianchi e a diversi fattori presenti nell’organismo.
  • Immunostimolanti: farmaci che stimolano l’attività del sistema immunitario
  • Impacco: applicazione di panni, garze, imbevuti di acqua calda o fredda e/o di farmaci su parti del corpo. Può avere azione locale (impacco caldo per far maturare un ascesso), o generale (impacco freddo per abbassare la febbre).
  • Inalazione: introduzione, per via respiratoria di sostanze gassose, di sostanze solide finemente polverizzate o di sostanze liquide ridotte in sottilissime goccioline.
  • Inappetenza: mancanza di appetito.
  • Indigestione: disturbo della digestione, di solito determinata da un’eccessiva ingestione di alimenti.
  • Infarto miocardico acuto: lesione di una parte più o meno estesa del cuore per chiusura dei vasi sanguigni (coronarie) irroranti la parte del cuore interessata.
  • Infezione recidivante: infezione che si ripresenta, con le stesse caratteristiche, dopo un certo periodo di tempo dalla prima comparsa
  • Inibitore: farmaco capace di bloccare o ritardare l’attività di un’altra sostanza (enzima, ormone ed altro).
  • Inoculare: introdurre un medicamento o un vaccino mediante iniezione o incisione sulla pelle.
  • Insufficienza (respiratoria): stato di malattia in cui la respirazione non è adeguata o sufficiente.
  • Insufflare: introdurre farmaci polverizzati o vapori dentro cavità dell’organismo comunicanti con l’esterno a scopo terapeutico o diagnostico.
  • Insulina: ormone prodotto dal pancreas che regola la glicemia (vedi).
  • Insulino-resistenza: resistenza all’azione dell’insulina
  • Intossicare, intossicazione: presenza di sostanze tossiche nell’organismo, per introduzione dall’esterno o per produzione dell’organismo stesso.
  • Ipercalcemia: elevata quantità di calcio nel sangue.
  • Ipercloridria: aumento della produzione di acido cloridrico dello stomaco.
  • Ipercolesterolemia: elevata quantità di colesterolo nel sangue.
  • Iperemesi gravidica: vomito ripetuto e persistente caratteristico dei primi mesi di gravidanza
  • Iperfosfatemia: elevata quantità dei fosfati nel sangue.
  • Iperkaliemia: vedi iperpotassiemia.
  • Ipernatremia: aumento del sodio nel sangue
  • Iperpiressia: febbre.
  • Iperpotassiemia: aumento del potassio presente nel sangue.
  • Iperprolattinemia: aumentata produzione e liberazione di prolattina (vedi).
  • Ipersecrezione acida: aumento della produzione di acido nello stomaco (vedi ipercloridia).
  • Ipertensione (arteriosa): aumento della pressione del sangue.
  • Ipertermia: aumento patologico della temperatura corporea.
  • Ipertiroidismo: aumento eccessivo dell’attività della tiroide (ghiandola presente nel collo); si manifesta con esoftalmo (vedi), tachicardia, aumento del metabolismo basale, possibile eccessiva magrezza
  • Ipertrofia prostatica: aumento delle dimensioni della prostata
  • Ipertrofia: aumento delle dimensioni di un organo
  • Ipervitaminosi: aumento, per eccessiva somministrazione, di alcune vitamine nell’organismo; può dare origine a manifestazioni patologiche a seconda della vitamina interessata
  • Ipnotico: farmaco che induce il sonno
  • Ipoacusia: diminuzione dell’udito.
  • Ipocalorica (dieta): dieta con un basso contenuto di calorie
  • Ipocolesterolemizzante: farmaco che abbassa i livelli di colesterolo nel sangue
  • Ipofosfatemia: diminuzione dei fosfati nel sangue
  • Ipoglicemizzante: farmaco che diminuisce la glicemia (vedi)
  • Ipokaliemia: diminuzione del potassio nel sangue
  • Ipolipemizzanti: farmaci che diminuiscono la concentrazione (quantità) di grassi nel sangue.
  • Iponatremia: diminuzione del sodio nel sangue
  • Ipotensione: pressione arteriosa al di sotto della norma
  • Ipotensione ortostatica: diminuzione della pressione arteriosa che si può verificare per un brusco passaggio dalla posizione sdraiata alla posizione seduta/in piedi
  • Ipotermia: temperatura corporea al di sotto della norma.
  • Irreversibile: di patologia che non regredisce con alcun trattamento, inguaribile
  • Irrigazioni vaginali: tipo di medicazioni fatte a livello dell’apparato genitale femminile con introduzione di un liquido (disinfettante, farmaco,) nella cavità vaginale
  • Irritabilità: termine generico per indicare tensione e nervosismo
  • Irsutismo: sviluppo eccessivo di peli
  • Ischemia: diminuzione dell’apporto di sangue ad un organo
  • Istamina: sostanza normalmente prodotta nell’organismo; ha diverse funzioni, come quella di stimolare la produzione di acidi gastrici. è responsabile, quando liberata in eccesso, di diverse manifestazioni allergiche più o meno gravi (es. prurito).
  • Ittero: colorazione giallastra della pelle e delle mucose per accumulo di pigmenti biliari; in genere è dovuto a malattie o a danni da farmaci interessanti il fegato oppure ad aumentata distruzione (patologica) dei globuli rossi
L
  • Lacrimazione: fuoriuscita di lacrime, di solito per freddo, infiammazione, allergia
  • Laringe: tratto superiore dell’apparato respiratorio tra faringe e trachea. Organo fondamentale per la produzione dei suoni
  • Laringite: termine generico per indicare infiammazione della laringe (vedi)
  • Laringospasmo: contrazione involontaria e ad insorgenza improvvisa dei muscoli della laringe (vedi), spesso dovuta a reazione allergica
  • Lassativo: in genere blando purgante che agisce stimolando la peristalsi intestinale (vedi)
  • Lavanda gastrica: manovra terapeutica per rimuovere dallo stomaco sostanze dannose ingerite
  • Lesione: qualsiasi alterazione anatomica e/o funzionale di cute, mucose ed organi interni dovuta a malattia o trauma
  • Letargia: sonno profondo non naturale (patologico)
  • Leucemia: malattia tumorale caratterizzata da incontrollato aumento di globuli bianchi soprattutto immaturi, nel sangue
  • Leucopenia: termine generico per indicare una diminuzione del numero dei globuli bianchi nel sangue
  • Linfociti: tipo di globuli bianchi (vedi)
  • Linfoghiandole: vedi linfonodi
  • Linfonodi: piccole formazioni globose che si trovano lungo il decorso dei vasi linfatici; hanno diversi compiti, come arrestare i germi patogeni in circolo, produrre e far maturare i linfociti (vedi)
  • Lipidi: in generale grassi vegetali e animali; a questi appartengono colesterolo e trigliceridi
  • Litiasi renale: calcolosi (vedi) renale
  • Locomotore (apparato): l’insieme dei muscoli, delle ossa e delle articolazioni che permettono il movimento
  • Lombalgia: dolore più o meno intenso della parte inferiore della schiena, che si accentua in determinate posizioni o in seguito a movimenti particolari
  • Lozione: medicamento in forma liquida per uso esterno; usato solitamente per l’igiene e/o la cura di affezioni della pelle e del cuoio capelluto
  • Lume intestinale: parte interna (cavità) dell’intestino
M
  • Malassorbimento: alterato assorbimento intestinale di sostanze alimentari.
  • Malattia autoimmune: malattia dovuta alla produzione di autoanticorpi, vale a dire anticorpi (vedi) rivolti contro costituenti cellulari di organi e/o tessuti del proprio organismo
  • Malattia cronica: malattia ad andamento prolungato nel tempo
  • Malattia degenerativa: malattia caratterizzata da modificazioni irreversibili della normale struttura di organi o tessuti
  • Mastite: termine generico per indicare infiammazione della mammella
  • Medicamentose (interazioni): influenza reciproca tra due o più farmaci; in genere determina effetti indesiderati e/o dannosi
  • Melanina: sostanza brunastra (pigmento) prodotta dall’organismo e responsabile del colore della pelle e dell’abbronzatura.
  • Melena: sangue proveniente dal tratto gastrointestinale superiore riscontrato nelle feci, che assumono un caratteristico colore nero.
  • Meningi: sottili membrane che avvolgono e proteggono il cervello ed il midollo spinale
  • Meningite: termine generico per indicare infiammazione delle meningi (vedi)
  • Metabolismo: insieme dei processi biochimici che forniscono energia all’organismo
  • Metaemoglobina: forma di emoglobina (vedi) incapace di trasportare ossigeno
  • Metaemoglobinemia: presenza nel sangue di metaemoglobina (vedi)
  • Metastasi: termine usato soprattutto in oncologia ed indicante la migrazione a distanza di cellule cancerose dalla sede originaria del tumore
  • Meteorismo: rigonfiamento dell’addome per aumentata produzione e conseguente accumulo di gas nell’intestino
  • Mialgia: termine generico per indicare dolore muscolare
  • Miastenia: termine generico per indicare astenia (vedi) dei muscoli; in particolare riferito ad un gruppo di malattie caratterizzate da facile esauribilità della forza muscolare.
  • Miceti: funghi microscopici responsabili di diverse infezioni a livello di cute, mucose e/o organi interni
  • Micosi: termine generico per indicare infezione da miceti (vedi)
  • Midollo osseo: organo che produce le cellule del sangue, contenuto all’interno (cavità midollare) di alcune ossa (delle gambe, delle braccia, bacino, sterno). Non è sinonimo di midollo spinale (vedi).
  • Midollo spinale: parte del sistema nervoso centrale che occupa il canale della colonna vertebrale da cui partono le fibre nervose per tutto l’organismo, ad esempio le fibre che comandano i movimenti dei muscoli scheletrici.
  • Midriasi: dilatazione della pupilla.
  • Mielosoppressione: soppressione della normale funzione del midollo osseo (vedi)
  • Minzione: emissione di urina, atto di urinare
  • Miocardio: tessuto muscolare del cuore
  • Miocardiopatie: termine generico per indicare malattie che interessano il miocardio (vedi)
  • Miocardite: termine generico per indicare infiammazione del miocardio (vedi)
  • Miopatie: termine generico per indicare malattie dei muscoli
  • Miorilassanti: farmaci capaci di rilassare i muscoli scheletrici
  • Miosi: restringimento della pupilla
  • Mitosi: processo di duplicazione di una cellula
  • Monosaccaridi: costituenti elementari degli zuccheri, zuccheri semplici
  • Motilità gastrointestinale: in generale, movimenti dello stomaco e dell’intestino, peristalsi (vedi)
  • Mucolitico: farmaco capace di sciogliere le secrezioni catarrali, permettendo così la loro espulsione.
  • Mucosa: rivestimento delle superfici interne di cavità dell’organismo comunicanti con l’esterno (vie respiratorie, canale alimentare, apparato urogenitale, ed altro).
  • Mucosite: termine generico per indicare infiammazione delle mucose (vedi)
N
  • Nausea: senso di malessere talora accompagnato da abbondante salivazione e tendenza al vomito
  • Nebulizzatore: apparecchio capace di ridurre sostanze liquide in finissime goccioline che rimanendo sospese nell’aria, possono raggiungere le vie aeree inferiori.
  • Necrosi: morte di gruppi di cellule e/o di parte del tessuto di un organo
  • Nefrite: infiammazione acuta o cronica del rene.
  • Nefropatia: termine generico per indicare malattia dei reni
  • Nefrotossicità: effetti tossici a carico dei reni indotti da sostanze estranee e/o medicamenti.
  • Neoplasia: tumore
  • Neurolettici: farmaci capaci di esplicare azione sedativa molto forte sul sistema nervoso centrale senza provocare, (a dosi normalmente impiegate), "annebbiamento"/perdita della coscienza.
  • Neuroni: cellule del sistema nervoso
  • Neuropatia: termine generico per indicare qualsiasi malattia nervosa.
  • Neutropenia: riduzione di numero di un particolare tipo di globuli bianchi (neutrofili)
  • Nevralgia: dolore intenso e persistente lungo il decorso di fibre nervose e delle loro diramazioni.
  • Nevrite (neurite): termine generico per indicare infiammazione di fibre nervose.
  • Nevrosi: termine generico per indicare un complesso di disturbi mentali di cui malato è consapevole. Non è sinonimo di psicosi (vedi).
  • Nicturia: frequente emissione di urina durante la notte.
  • Normotesi: soggetti con pressione sanguigna "normale"
O
  • Occlusione: chiusura, ostruzione di un organo cavo, (intestino, vasi del sangue…)
  • Odontoiatra: dentista
  • Odontotecnico: tecnico specializzato per la produzione di protesi dentarie e apparecchi dentistici
  • Oftalmologia (oculistica): branca medica che studia l’occhio
  • Oliguria: diminuita emissione di urina (inferiore a 500 ml) nelle 24 ore
  • Organo cavo: organo che presenta al suo interno una cavità
  • Ormoni: sostanze prodotte da particolari ghiandole per stimolare risposte di organi o tessuti a cui giungono attraverso il sangue. Nei medicamenti possono essere presenti come prodotti di sintesi.
  • Orticaria: manifestazione cutanea (spesso su base allergica,) che si presenta sotto forma di pomfi (vedi) diffusi ed intensamente pruriginosi.
  • Osteoarticolari (dolori): dolori riferiti alle ossa e alle articolazioni
  • Osteoporosi: malattia delle ossa, tipica dell’età anziana, caratterizzata da rarefazione del tessuto osseo.
  • OTC (over the count): vedi farmaci da banco
  • Otite: termine generico per indicare infiammazione del condotto uditivo e/o delle parti interne dell’orecchio.
  • Otologici: preparazioni farmaceutiche per affezioni dell’orecchio che sono generalmente applicate nel condotto uditivo.
  • Ototossicità: effetti tossici a carico delle strutture interne dell’orecchio indotti da sostanze estranee e/o medicamenti.
  • Otovestibolari (disturbi): disturbi uditivi e dell’equilibrio: acufeni (vedi), vertigini .
  • Ovaio: organo interno dell’apparato genitale femminile posto nell’addome con duplice funzione: produzione di cellule uovo e di ormoni sessuali.
P
  • Palpitazioni: aumento della frequenza dei battiti del cuore avvertibile come sensazione molesta dal soggetto
  • Paludismo: malaria
  • Pancitopenia: diminuzione di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine nel sangue
  • Pancreas: ghiandola posta nell’addome deputata alla produzione di ormoni (insulina, vedi, ed altro) e di enzimi digestivi
  • Pancreatite: termine generico per indicare una malattia infiammatoria del pancreas (vedi)
  • Pannicolo adiposo: grasso presente sotto la pelle, soprattutto in certe regioni: fianchi, addome, cosce
  • Paradentosi: in generale, malattia degenerativa ed infiammatoria che interessa i tessuti che circondano il dente
  • Paradenziopatie: termine generico per indicare patologie che interessano i tessuti che circondano il dente (es. gengivite)
  • Parassita: in generale, organismo che vive a spese di un altro (ospite)
  • Paratiroidi: ghiandole poste a lato e dietro la tiroide. Secernono un ormone, paratormone, che regola la concentrazione di calcio nel sangue
  • Parenchima: termine generico per indicare il tessuto specifico funzionale di ogni singolo organo (es. parenchima epatico, parenchima renale).
  • Parenterale: somministrazione di un farmaco non attraverso l’apparato gastrointestinale, vale a dire somministrazione intramuscolo, endovenosa, sottocutanea, cerotto transdermico ed altro
  • Parestesia: alterazione soggettiva della sensibilità, per cui uno stimolo ordinario (tattile, termico, doloroso) dà luogo ad una sensazione diversa (formicolio, torpore ed altro).
  • Parodontopatie: sinonimo di paradenziopatie (vedi)
  • Peristalsi intestinale: movimenti che spingono in avanti il contenuto dello stomaco e dell’intestino
  • Peritoneo: membrane di rivestimento che tappezzano le pareti della cavità addominale e la superficie esterna di alcuni organi in essa contenuti
  • Peritonite: infiammazione del peritoneo (vedi)
  • Petecchie: emorragie cutanee puntiformi
  • Piaghe da decubito: lesioni della pelle (ulcere) dovute a difetto di circolazione per prolungata immobilizzazione, presenti nelle parti del corpo sottoposte a sfregamento e/o compressione
  • Piastrine: cellule del sangue deputate alla coagulazione (vedi)
  • Pielonefrite: infiammazione dei primi tratti delle vie urinarie e del rene
  • Pigmento: sostanza colorata
  • Pilorica (stenosi): restringimento dell’ultima parte dello stomaco (piloro)
  • Piogeni: batteri capaci di provocare infezioni di tipo purulento (con produzione di pus, vedi)
  • Pirosi: bruciore, di solito riferito ai primi tratti del canale alimentare (esofago, stomaco)
  • Placebo: sostanza priva di attività medicamentosa
  • Pleura: membrana di rivestimento del polmone.
  • Pleurite: infiammazione della pleura (vedi)
  • Polineuriti carenziali: alterazione di alcune fibre nervose in seguito a carenza vitaminica (vedi)
  • Polinevriti: infiammazione di più tronchi nervosi in seguito a malattia infettiva e/o intossicazione
  • Poliuria: aumentata emissione di urina (superiore ai 2 litri) nelle 24 ore
  • Polmonite: termine generico per indicare una malattia infiammatoria-infettiva dei polmoni
  • Pomfo: rigonfiamento circoscritto della cute, caratteristicamente fugace e solitamente pruriginoso; caratteristico di alcune dermatosi ed allergie
  • Porpora: presenza di macchie emorragiche cutanee, puntiformi, (petecchie, vedi), oppure più grandi e di tipo diffuso (ecchimosi, vedi)
  • Pressione arteriosa: pressione del sangue
  • Pressione diastolica: la pressione "minima"
  • Pressione sistolica: la pressione "massima"
  • Principio attivo: componente essenziale di un medicamento, responsabile della sua azione
  • Processi immunitari: insieme di attività e reazioni del sistema immunitario.
  • Procinetici: farmaci che favoriscono i movimenti gastrointestinali e quindi il transito del cibo.
  • Proctite: infiammazione dell’ultima parte dell’intestino (retto)
  • Prodromi: termine generico per indicare i primi sintomi (vedi) di una patologia
  • Profilassi: qualsiasi intervento fatto per prevenire una malattia e/o la sua diffusione
  • Progesterone: ormone sessuale femminile che agisce nella seconda metà del ciclo mestruale e durante la gravidanza.
  • Progestinico: di farmaco ad attività analoga a quella del progesterone (vedi)
  • Prolattina: ormone di una ghiandola del cervello (ipofisi) che, agendo sulla ghiandola mammaria, promuove la secrezione del latte.
  • Prostata: organo interno dell’apparato genitale maschile; è situato al di sotto della vescica e circonda la parte superiore dell’uretra.
  • Prostatite: infiammazione della prostata (vedi)
  • Proteine: sostanze complesse, costituenti fondamentali e strutturali dei tessuti animali e vegetali. Ad esse appartengono gli enzimi, le proteine della parte liquida del sangue (es. albumina, protrombina, etc.), gli ormoni ed altro.
  • Protesi acustica: apparecchio applicato all’orecchio per migliorare la funzione uditiva
  • Protesi dentaria: apparecchio per ripristinare la funzione masticatoria (es. dentiera)
  • Protesi: apparecchio o dispositivo utilizzato per sostituire parti del corpo.
  • Protrombina: proteina del sangue che ne determina, con altri fattori, la coagulazione (vedi). È prodotta dal fegato.
  • Psicoanalettici: farmaci che stimolano le attività psichiche (es. attenzione, tono dell’umore).
  • Psicodislettici: sostanze capaci di alterare l’umore, le attività intellettive, la percezione sensoriale (allucinazioni), spesso usate come droghe d’abuso, (es. LDS.)
  • Psicolettici: farmaci che riducono le attività psichiche e motorie.
  • Psicosi: termine generico per indicare un complesso di gravi disturbi mentali (es. schizofrenia).
  • Psoriasi: malattia della pelle caratterizzata da lesioni rotonde, rosse, con formazione di squame.
  • Puerperio (periodo di): periodo immediatamente successivo al parto. Termina con la prima mestruazione.
  • Purgante: farmaco che favorisce l’evacuazione del contenuto intestinale.
  • Pus: liquido denso, giallo-verdastro, cremoso, composto da siero e da globuli bianchi, tipico delle infezioni batteriche (es. contenuto di brufoli, ascessi, etc.)
  • Pustola: vescicola della cute contenente pus (vedi)
R
  • Rachitismo: malattia dell’infanzia caratterizzata da difetto di calcificazione delle ossa e conseguente loro deformazione, dovuta a carenza di vitamina D.
  • Ragadi anali: piccole e profonde ulcerazioni che si formano nella regione anale
  • Reazione anafilattica: reazione allergica grave (es. shock) dopo un secondo contatto con un allergene (vedi), come un medicamento, il veleno d’insetti ed altro, a cui l’organismo era precedentemente sensibilizzato.
  • Reazione paradossa (a farmaci): reazione inattesa, diversa dall’azione che viene normalmente attribuita al farmaco
  • Regime dietetico: regole di alimentazione.
  • Resistenza microbica: caratteristica di alcuni batteri di resistere ad uno o più antibiotici
  • Retina: membrana più interna del globo oculare formata da recettori della vista, cellule e fibre nervose collegate al nervo ottico
  • Retinopatia: termine generico per indicare malattia della retina (vedi)
  • Retrosternale (dolore): dolore avvertito dietro lo sterno (vedi).
  • Rigurgito: risalita anomala del contenuto gastrico sino alla bocca, senza contrazione della muscolatura dello stomaco. In caso di contrazione si parla di vomito.
  • Rinite: termine generico per indicare infiammazione della mucosa delle cavità nasali. Può essere di natura infettiva o allergica.
  • Rinofaringea (mucosa): mucosa (vedi) del naso e della faringe
  • Ritenzione urinaria: ritenzione di urina nell’apparato urinario, (più spesso in vescica) per ipertrofia prostatica, calcolo, tumore, ed altro.
  • Rush cutaneo: arrossamento fugace della pelle
S
  • Scialorrea: eccessiva produzione di saliva
  • Sciatalgia (sciatica): dolore avvertito lungo la superficie posteriore della coscia e della gamba, dovuta ad infiammazione del nervo sciatico
  • Scotoma: macchia nera (zona di cecità) più o meno estesa presente nel campo visivo .
  • Sebo: sostanza grassa prodotte da alcune ghiandole cutanee. È necessario per la protezione della pelle da agenti esterni.
  • Seborrea: eccesso della produzione di sebo (vedi)
  • Secchezza delle fauci: bocca e gola secche.
  • Secrezione: produzione e successiva escrezione di sostanze prodotte da ghiandole (vedi)
  • Secrezioni bronchiali: secrezioni (vedi) della mucosa bronchiale. Se in eccesso (per fenomeni infiammatori-infettivi), costituiscono il catarro.
  • Sedativo: farmaco con effetto calmante, seguito da sopore (vedi)
  • Sensibilizzazione allergica: complesso di fenomeni, senza alcuna sintomatologia, che si verificano in un organismo al primo contatto con un allergene (vedi), verso cui si determina uno stato di ipereattività con comparsa di manifestazioni allergiche al secondo contatto
  • Setticemia: stato infettivo grave dovuto a penetrazione e moltiplicazione di germi patogeni nel sangue .
  • Sfintere: formazione muscolare ad anello che controlla l’apertura o la chiusura di un orifizio (sfintere vescicale, anale ed altro).
  • Shock: stato di acuta insufficienza cardiocircolatoria, con polso rapido e debole, ipotensione arteriosa, cute fredda e umida, stato confusionale sino alla perdita di coscienza. Può essere di origine allergica, cardiaca, traumatica, emorragica. Per shock si intende anche l’insieme delle alterazioni psichiche conseguenti ad eventi improvvisi e gravi.
  • Sideremia: quantità di ferro presente nel sangue.
  • Sincope: improvvisa, completa e transitoria perdita di coscienza.
  • Sindrome: insieme di sintomi che, manifestandosi contemporaneamente, caratterizzano una malattia.
  • Sintomatologia: insieme delle manifestazioni di una malattia.
  • Sintomo: fenomeno con cui si manifesta una malattia.
  • Sistema neurovegetativo: sistema che regola le funzioni vitali dell’organismo non influenzate dalla volontà (battito cardiaco, respirazione, temperatura, digestione ed altro)
  • SNC (Sistema Nervoso Centrale): insieme di cervello, cervelletto e midollo spinale
  • Sonnifero: farmaco che induce il sonno
  • Sonnolenza: torpore fisico e mentale che precede il sonno.
  • Sopore: diminuzione dell’attenzione e della veglia simile al sonno.
  • Sovradosaggio: somministrazione di eccessiva quantità di farmaco
  • Spasmo: contrazione involontaria ed improvvisa di fibre muscolari (scheletriche e non scheletriche), che può accompagnarsi a dolore
  • Spasmolitico: farmaco che diminuisce o abolisce lo spasmo (vedi)
  • Spirale: dispositivo intrauterino che impedisce l’annidamento dell’ovulo fecondato nell’utero.
  • Steatorrea: abbondante presenza di grasso nelle feci.
  • Stenosanti: sostanze che provocano stenosi (vedi)
  • Stenosi: restringimento
  • Sterno: osso centrale anteriore del torace, cui si congiungono le costole.
  • Steven-Johnoson (sindrome di): sindrome che insorge in maniera brusca, con febbre intesa, grave stato generale, lesioni cutaneo-mucose (eritema, vescicole tendenti all’ulcerazione su viso, mani, bocca, faringe, ed altro), congiuntivite. È di probabile natura infettiva o per reazione avversa a farmaci.
  • Stipsi: disturbo dell’evacuazione delle feci che vengono emesse con difficoltà e minore frequenza.
  • Stitichezza: vedi stipsi
  • Stomatite: termine generico per indicare affezioni di natura infiammatoria e/o infettiva che interessano la cavità buccale.
  • Stomatologici (farmaci): preparati farmaceutici per affezioni della bocca
  • Suppurativi (processi): processi infiammatori-infettivi che portano alla formazione di pus (vedi)
  • Suppurazione: infiammazione-infezione con formazione di pus (vedi)
  • Surreni: ghiandole poste sopra i reni che producono adrenalina (vedi) e corticosteroidi (vedi)
T
  • Tachicardia: aumento della frequenza dei battiti cardiaci
  • Tachipnea: aumento della frequenza degli atti respiratori
  • Tendinite: termine generico per indicare infiammazione di un tendine
  • Tenesmo: spasmo talvolta doloroso dello sfintere anale o vescicale, con stimolo frequente-continuo di defecare o urinare.
  • Tenosinovite: termine generico per indicare infiammazione di tendine e guaina sinoviale (vedi)
  • Teratogeno: sostanza che, assunta durante i primi periodi della gravidanza, provoca malformazioni più o meno gravi nel feto.
  • Testosterone: ormone indispensabile per lo sviluppo dei caratteri sessuali maschili.
  • Timpano: membrana collocata in fondo al condotto uditivo esterno.
  • Timpanoplastica: intervento chirurgico di ricostruzione del timpano (vedi)
  • Tinnito: sensazione fastidiosa di ronzio alle orecchie; talvolta può essere avvertita come fischio e/o fruscio
  • Tolleranza: ridotta o mancata risposta alle azioni di un farmaco, (alle dosi usualmente utilizzate) in seguito a ripetute somministrazioni
  • Tono muscolare: stato naturale di tensione dei muscoli scheletrici e non scheletrici.
  • Topico: farmaco che ha azione esclusivamente sul punto di applicazione
  • Torcicollo: posizione viziata del collo per contrattura antalgica (vedi) dei muscoli relativi
  • Tossina: sostanza prodotta da alcuni microorganismi animali e/o vegetali e responsabile di effetti tossici nell’uomo
  • Trachea: parte dell’apparato respiratorio che va dalla laringe (vedi) ai bronchi
  • Trattamento sintomatico: terapia che cura solo i sintomi (vedi) di una malattia
  • Trauma: lesione fisica o alterazione psichica determinata da causa violenta ed improvvisa
  • Tremori: movimenti rapidi e ritmici del corpo o di una sua parte, per malattie, effetto di un farmaco o altre cause.
  • Trombo: coagulo di sangue (piastrine e globuli rossi, vedi) all’interno di un vaso
U
  • Ulcera corneale: ulcera a livello della cornea (vedi)
  • Ulcera duodenale: ulcera a livello del duodeno (prima parte dell’intestino)
  • Ulcera gastrica: ulcera a livello dello stomaco
  • Ulcera varicosa: ulcera presente in genere nella parte inferiore della gamba, dovuta a patologie delle vene (flebite, dilatazione venosa con sfiancamento delle pareti, tromboflebite, altro).
  • Ulcera: lesione della pelle o delle mucose con perdita di tessuto e difficoltà a cicatrizzare.
  • Urea: sostanza di rifiuto derivante dal metabolismo delle proteine (vedi); viene eliminata con l’urina
  • Uremia: accumulo di urea nel sangue per insufficienza renale
  • Uretra: tratto ultimo delle vie urinarie situato dopo la vescica
  • Uretrite: termine generico per indicare infiammazione dell’uretra (vedi)
  • Uricemia: quantità di acido urico (vedi) nel sangue
  • Urico (acido): prodotto di rifiuto del metabolismo di alcuni costituenti delle cellule; aumenta, di solito, per eccessivo consumo di carne e può determinare attacchi di gotta (vedi)
  • Uricosurici: farmaci capaci di aumentare l’eliminazione urinaria di acido urico (vedi).
  • Urologici (farmaci): preparati farmaceutici per le affezioni delle vie urinarie
  • Uso topico: (vedi topico)
V
  • Vaccino: preparazione farmaceutica costituita da batteri o virus (uccisi o resi innocui) o da tossine, utilizzata per far acquisire immunità (vedi) all’organismo.
  • Vaginite: termine generico per indicare infiammazione della vagina
  • Vasculoprotettiva (azione): di farmaco che protegge i vasi sanguigni
  • Vasocostrittore: farmaco che causa costrizione dei vasi sanguigni
  • Vasodilatatore: farmaco che causa dilatazione dei vasi sanguigni
  • Vene: vasi sanguigni che portano il sangue non ossigenato dai tessuti al cuore ed il sangue ossigenato dai polmoni al cuore
  • Vertigine: disturbo dell’equilibrio che si manifesta come sensazione di movimento del corpo rispetto allo spazio o dello spazio rispetto al corpo
  • Vescicale (collo): parte terminale della vescica
  • Via orale: per bocca
  • Vie biliari: condotti del fegato dove passa la bile per riversarsi nell’intestino
  • Virulenza: capacità di un germe patogeno di sopraffare le difese dell’organismo e scatenare una malattia
  • Virus: microrganismi più piccoli e semplici dei batteri responsabili di moltissime malattie infettive.
  • Visceri: organi interni
  • Vitiligine: disordine della pigmentazione di cute e/o mucose, che si manifesta con chiazze chiare circondate spesso da zone più pigmentate
  • Vulva: parte esterna dell’apparato genitale femminile
  • Vulvovaginiti: termine generico per indicare infiammazione della vulva e della vagina
X
  • Xantopsia: disturbo visivo per cui i contorni degli oggetti appaiono colorati di giallo.
Z
  • Zaffo: batuffolo di cotone o di garza usato per tamponare una emorragia.
  • Zollinger-Ellison (sindrome di): sindrome caratterizzata da dolori all’addome, vomito, melena (vedi), steatorrea (vedi). È causata da tumore benigno/maligno del pancreas o da ulcera gastroduodenale.
  • Zoonosi: malattia infettiva trasmessa dagli animali.
  • Zoster (herpes): virus responsabile della varicella e del "fuoco di S. Antonio".
  • Zuccheri: nome generico della classe dei carboidrati; hanno funzioni soprattutto energetiche

 


Cliccare sulla lettera iniziale del termine ricercato:
H
J
K
Q
W
Y

 

Video Corso sui nodi marinari in DVD !
Video Corso sui nodi marinari in DVD !
Video Corso in DVD con oltre 60 nodi spiegati con filmati